CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza Il CCIRM è un comitato sponta ...
PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto Il progetto della Provincia pr ...
PERCHÈ INTERRARLA:  La galleria fonica PERCHÈ INTERRARLA: La galleria fonica Il progetto della Provincia pr ...
CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza
Il CCIRM è un comitato spontaneo nato dalla volontà di semplici cittadini di affrontare, e cercare di risolvere, un problema di tutti.
PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione della nuova Rho-Monza in sopraelevata ed in affiancamento alla Milano-Meda.
PERCHÈ INTERRARLA: La galleria fonica
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione di un galleria fonica di 250 metri.
I PROGETTI INTERRATI
I motivi per cui la tratta in affiancamento alla Milano-Meda deve essere interrata e come si può fare.
INIZIATIVE
Scopri le iniziative del CCIRM
FACEBOOK
L'interramento è anche su Facebook, iscriviti al nostro gruppo e partecipa alle discussioni
I PROGETTI INTERRATI I PROGETTI INTERRATI I motivi per cui la tratta in ...
INIZIATIVE INIZIATIVE Scopri le iniziative del CCIRM ...
FACEBOOK FACEBOOK L'interramento è anche su Fac ...
NOI IL PRIMO MAGGIO FESTEGGIAMO SOLO IL PRIMO MAGGIO PDF Stampa E-mail
Notizie - Notizie dal comitato
Sabato 25 Aprile 2015 12:45

Primo Maggio, Festa del Lavoro – o dei Lavoratori –: è una giornata di festa e insieme di coscienza civica e di impegno per la partecipazione e la democrazia.

Quest’anno è anche la data di apertura dell’Esposizione universale 2015, cioè l’Expo, organizzata a due passi da noi, a Milano, o più precisamente a Rho e Pero, per la quale da mesi tutti i giorni si parla, si discute, ci si arrabbia (in particolare gli automobilisti che transitano sulle strade in costruzione o in rifacimento).

Noi, abitanti a Paderno Dugnano e comuni limitrofi,

  • - che ci siamo ritrovati circa sette anni fa la “sorpresa” di un progetto che, per ammodernare uno svincolo fra due provinciali, ci avrebbe lasciato in eredità un tratto stradale di due chilometri largo quattordici corsie;
  • - che, singolarmente o coordinati dal Comitato cittadini per l’interramento della Rho-Monza, abbiamo protestato ma nello stesso tempo presentato e sostenuto proposte alternative, fattibili, più sostenibili e rispettose dell’ambiente e della salute;
  • - che ci siamo visti ignorati, sbeffeggiati, presi in giro da diversi responsabili di organi elettivi o di enti a controllo pubblico;
  • - che stiamo ancora attendendo un pronunciamento della giustizia amministrativa, mentre i lavori vanno avanti senza evidenti interventi sanzionatori per varie palesi violazioni di norme, fra cui quelle riguardanti il controllo dell’inquinamento atmosferico e acustico;
  • - che abbiamo visto tutto ciò accadere in nome di Expo, perché tutto doveva essere fatto in tempo, salvo vedere che non si è fatto e non si fa in tempo;

dichiariamo che

NOI IL PRIMO MAGGIO FESTEGGIAMO SOLTANTO IL PRIMO MAGGIO E NON POSSIAMO CONDIVIDERE L’ESULTANZA PER L’APERTURA DI EXPO

e precisiamo contestualmente che

  • - non siamo “contro” Expo né “contro” l’ammodernamento delle strade, che necessitano oggettivamente di interventi;
  • - non abbiamo mai fatto né abbiamo intenzione di fare azioni illegali o violente;
  • - siamo amareggiati per l’atteggiamento di tanti concittadini che si sono arresi o si arrendono alle prevaricazioni di chi sta nelle stanze del potere;

e infine invitiamo

  • - qualsiasi autorità a qualsiasi livello a non azzardarsi neppure a darci dei disfattisti o boicottatori, perché vorrebbe dire che o è ignorante, nel senso letterale del termine “che non conosce” la situazione, o complice dei comportamenti prevaricatori sopra indicati;
  • - tutti coloro, che hanno a cuore la salute, l’ambiente, la vivibilità e la convivenza democratica del nostro Paese, della nostra regione e della nostra città, a collaborare nel monitoraggio dei lavori in corso e nell’azione di protesta e denuncia civile, di proposta e di ricerca della giustizia.