CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza Il CCIRM è un comitato sponta ...
PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto Il progetto della Provincia pr ...
PERCHÈ INTERRARLA:  La galleria fonica PERCHÈ INTERRARLA: La galleria fonica Il progetto della Provincia pr ...
CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza
Il CCIRM è un comitato spontaneo nato dalla volontà di semplici cittadini di affrontare, e cercare di risolvere, un problema di tutti.
PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione della nuova Rho-Monza in sopraelevata ed in affiancamento alla Milano-Meda.
PERCHÈ INTERRARLA: La galleria fonica
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione di un galleria fonica di 250 metri.
I PROGETTI INTERRATI
I motivi per cui la tratta in affiancamento alla Milano-Meda deve essere interrata e come si può fare.
INIZIATIVE
Scopri le iniziative del CCIRM
FACEBOOK
L'interramento è anche su Facebook, iscriviti al nostro gruppo e partecipa alle discussioni
I PROGETTI INTERRATI I PROGETTI INTERRATI I motivi per cui la tratta in ...
INIZIATIVE INIZIATIVE Scopri le iniziative del CCIRM ...
FACEBOOK FACEBOOK L'interramento è anche su Fac ...
il progetto del CCIRM PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 27 Marzo 2011 13:28

Il progetto realizzato dal CCIRM e successivamente approfondito da PROITER è stato presentato al tavolo tecnico provinciale che, in data
20 aprile 2010 (DGP 163/10) ne ha evidenziato la fattibilità tecnica,  sciogliendo cosi ogni dubbio sul "difficilissimo" problema del superamento del torrente seveso e delle ferrovie nord.

Questo progetto è stato successivamente archiviato dalla istituzioni perchè le diverse soluzione in galleria analizzate presentavano evidenti incrementi di costi.

Il progetto con la variante interramento nel tratto di Paderno Dugnano prevede l'interramento della tratta in affiancamento alla Milano-Meda, attraverso l'uso di "talpe" che realizzarebbero 2 gallerie (una per senso di marcia) sotto l'attuale Milano-Meda.

La nuova Rho-Monza si interrerebbe nel quartiere Calderara per tornare in superficie nel quartiere Villaggio Ambrosiano lontano dal centro abitato, consentendo cosi enormi vantaggi dal punto di vista:

ATMOSFERICO - SALUTARE
I fumi catturati nel tunnel, potranno essere trattati con impianti dedicati prima di esseri reimmessi nell'atmosfera, consentendo il rientro dei valori di PM10 nella zona interessata, nei limiti consentiti dalle legge.
Stando infatti a quanto emerge dalla studio di fattibilità fatto da PROITER, "... la realizzazione del progetto in variante (tutto in galleria) mostra infatti discrete riduzioni delle concentrazioni di tutti e tre gli inquinanti presi in considerazione (CO, NO2 e PM10) nelle aree residenziali sia a nord della SP46 che a sud di esso fino a comprendere i primi nuclei abitativi di Cusano M.no"

ACUSTICO
Con la realizzazione dell'attuale progetto preliminare (senza interramento), l'aumento dei decibel porterebbe la classificazione a zona industriale delle attuali zone residenziali intorno alla Milano-Meda, comportando di fatto una notevole riduzione della viviblità.
L' interramento invece, riporta il 75% dei ricevitori a valori uguali o inferiori a quelli attuali; il restante 25% è compromesso dall'ipotizzata configurazione delle complanari  perché valutate senza opere di mitigazione (barriere acustiche).
Nel complesso comunque, è prevedibile che non ci sarà alcuna variazione dell'attuale viviblità.

AMBIENTALE
la realizzazione del progetto interrato consentirebbe, sull'area adove il progetto preliminare prevede la creazione di nuove lingue d'asfalto, la creazione di un nuovo parco attrezzato con panelli solari che contribuisce non solo al rispetto della dorsale verde ma anche alla produzione di energia rinnovabile.

Tutto questo senza escludere le positive ripercussioni che il progetto interrato riporterebbe in merito di:

ESPROPRI
Progetto preliminare
Il progetto preliminare prevede, nella sola zona di Paderno, l'esproprio di circa 80 unita tra residenziali, commerciali e industriali.

Progetto interrato
Col progetto interrato e previsto l'esproprio di un'unica unità

CANTIERIZZAZIONE
La perforazione con TBM (Talpa) prevede il solo spostamento delle rampe esistenti ed una minima interferenza con il servizio. Con la TBM si lavora sotto terra per 320 giorni

Progetto preliminare
Galleria Fonica e Ponte sulla Milano Meda hanno una cantieristica molto più complessa ed i tempi sono assolutamente incerti.
Viabilità locale interessata da mezzi pesanti e prevedibilmente congestionata per anni.

Progetto interrato
Riduzione/assenza disagio in superficie.
Mantenimento in esercizio della viabilità della Mi-Meda.
Viabilità locale non interessata da mezzi pesanti.
Le terre estratte vengono “riutilizzate per rilevati Stradali”,Questi sono voci di risparmio nel conto economico complessivo
“I materiali di scavo dell’interramento sono reimpiegati per il resto delle opere da Paderno a Baranzate” (proiter).

Ultimo aggiornamento Venerdì 10 Giugno 2011 12:54