RACCOLTA FONDI per  Ricorso al Consiglio di Stato RACCOLTA FONDI per Ricorso al Consiglio di Stato Scopri come sostenere la racco ...
PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto Il progetto della Provincia pr ...
PERCHÈ INTERRARLA:  La galleria fonica PERCHÈ INTERRARLA: La galleria fonica Il progetto della Provincia pr ...
RACCOLTA FONDI per Ricorso al Consiglio di Stato
Scopri come sostenere la raccolta fondi del CCIRM per continuare la lotta legale in Consiglio di Stato
PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione della nuova Rho-Monza in sopraelevata ed in affiancamento alla Milano-Meda.
PERCHÈ INTERRARLA: La galleria fonica
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione di un galleria fonica di 250 metri.
I PROGETTI INTERRATI
I motivi per cui la tratta in affiancamento alla Milano-Meda deve essere interrata e come si può fare.
CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza
Il CCIRM è un comitato spontaneo nato dalla volontà di semplici cittadini di affrontare, e cercare di risolvere, un problema di tutti.
FACEBOOK
L'interramento è anche su Facebook, iscriviti al nostro gruppo e partecipa alle discussioni
I PROGETTI INTERRATI I PROGETTI INTERRATI I motivi per cui la tratta in ...
CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza Il CCIRM è un comitato sponta ...
FACEBOOK FACEBOOK L'interramento è anche su Fac ...
Serravalle rispetti le prescrizioni PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Settembre 2015 18:52

PADERNO DUGNANO, 2 settembre 2015 - Il “Comitato Cittadini Interramento Rho- Monza” (CCIRM) non sta con le mani in mano neppure d’estate, non fa diminuire l’attenzione, non allenta la presa sui lavori di riqualificazione della Rho-Monza.

Nell’attesa di conoscere la sentenza del Consiglio di Stato, che aveva affrontato il nostro ricorso nell’udienza del 23 giugno, ci siamo impegnati a vigilare affinché i lavori in corso sul nostro territorio – che, ricordiamo per inciso, sono stati iniziati con urgenza perché dovevano essere conclusi per Expo! – vengano eseguiti nel rispetto delle prescrizioni date dal ministero alla società Serravalle e dalle regole che essa stessa aveva stilato, valide quindi per tutti gli operatori che lavorano nei cantieri interessati.

Ma purtroppo, secondo le nostre osservazioni, non sta avvenendo tutto secondo le regole, anzi ci risulta il contrario.

 
Nuova richiesta di chiarimenti sul ponte del cantiere di via Colzani PDF Stampa E-mail
Lunedì 03 Agosto 2015 16:28

Oggi il CCIRM ha scritto nuovamente alla Giunta della Regione Lombardia per avere chiarimenti in merito al ponte provvisorio sul fiume Seveso costruito all'interno del cantiere di via Colzani.

Documenti alla mano, il suddetto ponte, proprio perchè qualificato come provvisorio, è stato costruito senza rispettare il vincolo di inedificabilità di 10 metri dal ciglio superiore del corso d’acqua, ma il nulla osta di due anni, concesso alla ditta costruttrice dalla Agenzia Interregionale per il Fiume Po, ai soli fini idraulici, è stato arbitrariamente modificato da Regione Lombardia, nel disciplinare di concessione (art. 2), in 3 anni con possibilità di rinnovo.

A questo link la copia della comunicazione inviata oggi

 
Niente premio Expo per GLF PDF Stampa E-mail
Martedì 21 Luglio 2015 07:58

NIENTE PREMIO EXPO PER FINCOSIT E LA RICOGNIZIONE DEL MINISTERO, AI FIN I DELLA SICUREZZA DELLA CIRCOLAZIONE , SI FARA’ DOPO L’EFFETTIVO COMPLETAMENTO DELL’INFRASTRUTTURA.

Il premio obiettivo Expo di 4 milioni di euro, a favore di Grandi Lavori Fincosit, previsto nella ipotesi della sola apertura al traffico dello stralcio funzionale , ossia il collegamento della A52 con la SP 46), NON VERRÀ PAGATO. La soluzione realizzata collega la tangenziale Nord ( A52) con la SP 46, ma con una sola carreggiata, direzione Monza –Expo, senza corsia di emergenza e quindi con una consistenza minore di quanto previsto per aver diritto al premio. Oltretutto il tratto di strada è stato messo in esercizio dopo il termine contrattuale del 1/4/2015.

L’apertura dello stralcio funzionale è avvenuta in via provvisoria , con geometrie della carreggiata non coerenti con gli standard autostradali. Non c’è stata la visita di ricognizione, ai fini della sicurezza della circolazione, del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. L’apertura al traffico è stata consentita con un verbale di agibilità redatto dal Direttore dei Lavori, con segnaletica gialla di cantiere e con limiti di velocità a 60 Km/h. La ricognizione del MIT è rimandata al completamento dell’infrastruttura.

E’ tutto regolare? Indagheremo. Di solito la fretta è cattiva alleata. Per il momento registriamo interventi di riparazione, in corrispondenza del ponte di Via Gramsci, effettuati già dopo pochi giorni dall’apertura e ripetuti, nello stesso tratto, qualche giorno fa.

Speriamo non ci siano problemi per l’utenza e che la sicurezza sia garantita.

 
Esito dell'udienza in Consiglio di Stato PDF Stampa E-mail
Giovedì 25 Giugno 2015 13:20

Ha avuto luogo martedì 23 Giugno, in Consiglio di Stato a Roma, l’udienza per la "discussione" del nostro ricorso.

La seduta ha avuto uno svolgimento brevissimo (6 minuti) e non sono emersi elementi nuovi rispetto a quanto già conosciuto.

Il Presidente della commissione, dopo aver affermato che tutti gli atti sono stati acquisiti e letti ha dichiarato chiusa l’udienza.

Non è dato sapere né ipotizzare la data di emissione della sentenza.

Non appena ci saranno novità le comunicheremo.

 


Pagina 1 di 2