PERCHÈ INTERRARLA:  La galleria fonica PERCHÈ INTERRARLA: La galleria fonica Il progetto della Provincia pr ...
PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto Il progetto della Provincia pr ...
PERCHÈ INTERRARLA:  Ponte ad arco alto 80 metri PERCHÈ INTERRARLA: Ponte ad arco alto 80 metri Il progetto della Provincia pr ...
PERCHÈ INTERRARLA: La galleria fonica
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione di un galleria fonica di 250 metri.
PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione della nuova Rho-Monza in sopraelevata ed in affiancamento alla Milano-Meda.
PERCHÈ INTERRARLA: Ponte ad arco alto 80 metri
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione di un ponte ad arco lungo 250 metri ed alto 80 metri !!
I PROGETTI INTERRATI
I motivi per cui la tratta in affiancamento alla Milano-Meda deve essere interrata e come si può fare.
INIZIATIVE DEI CITTADINI
Visita la sezione Iniziative per restare informato sulle inziative spontanee dei cittadini a favore dell'interramento.
FACEBOOK
L'interramento è anche su Facebook, iscriviti al nostro gruppo e partecipa alle discussioni
I PROGETTI INTERRATI I PROGETTI INTERRATI I motivi per cui la tratta in ...
INIZIATIVE DEI CITTADINI INIZIATIVE DEI CITTADINI Visita la sezione Iniziative p ...
FACEBOOK FACEBOOK L'interramento è anche su Fac ...
Serravalle avvia gli espropri PDF Stampa E-mail
Venerdì 18 Aprile 2014 13:03

Attraverso il proprio sito web (qui il link), Serravalle ha comunicato che dal 7 al 14 Maggio procederà all'esecuzione del Decreto di Occupazione di Urgenza, in pratica, avvierà gli espropri delle aree interressate dalla nuova Rho-Monza.

Dopo aver saltato le scadenze prefissate per il 14/04 (occupazione aree) e 20/04 (avvio lavori), ancora una volta, il cronoprogramma è slittato, adesso siamo a meno dei 360 giorni, che già significava lavorare 7 giorni su 7 , 24 ore al giorno. Aveva quindi ragione l'ironico “ Sindaco del comitato” quando, nel discorso di inaugurazione del Parco Urbano del Seveso, disse che Serravalle lavorerà 8 giorni su 7 e 30 ore su 24.

E’ chiaro anche ai bambini ormai che a Serravalle non interessa consegnare l’opera in tempo per Expo.

A Serravalle interessa soltanto aprire i cantieri per poter accedere ai finanziamenti e assegnare gli appalti ?

Adesso tocca,ancora un volta, alle istituzioni avere il senso di responsabilità, il fegato e la forza, di fermare questo folle progetto che ormai rischia sempre più di non essere pronto nemmeno per Expo, lasciando quindi un cantiere fermo per tutta la durata della manifestazione.

Aspettiamo dunque di conoscere quale istituzione avrà il coraggio di smascherare Serravalle, ma soprattutto, ASPETTIAMO DI CONOSCERE IL PRONUNCIAMENTO DEL T.A.R. SUI RICORSI PRESENTATI dal Comune, CCIRM e privati cittadini.

 
Parte il mese decisivo, non restiamo a guardare! PDF Stampa E-mail
Mercoledì 02 Aprile 2014 09:41

Il 19 Marzo è stato approvato il progetto esecutivo di Serravalle e contemporaneamente è stata dichiarata la pubblica utilità della Rho Monza a cielo aperto. Dopo le operazioni preliminari di bonifica degli eventuali ordigni bellici, previste in questi giorni, le prossime scadenze del cronoprogramma di Serravalle prevedono:

  1. 14 Aprile 2014 - occupazione aree di cantiere
  2. 20 Aprile 2014 - avvio cantiere

Contro questo progetto abbiamo presentato ricorso al T.A.R., chiedendo in via preliminare la sospensiva cautelare e siamo in attesa delle decisioni del Tribunale.

Ci risulta inoltre che alcune aziende locali abbiano a loro volta presentato ricorso. Ciò significa che l'opposizione all'opera si sta allargando e che i tempi di realizzazione si allungheranno ulteriormente, con buona pace di Expo.

Nel frattempo ci stiamo organizzando per opporre una decisa resistenza civile sul campo qualora Serravalle iniziasse le operazioni.

La collinetta, in fondo a Via Battisti, ne è diventata il simbolo. Qui, nella serata di Sabato 5 Aprile e nella giornata di Domenica 6 Aprile, avranno luogo alcune iniziative, promosse dal Comitato, a cui tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

Sabato 5 Aprile, ore 20:45, ritrovo nel parcheggio Unes per spentolata. Trasferimento poi sulla collinetta per distribuzione braccialetti luminosi, fiaccolata e gran finale.

Domenica 6 Aprile , dalle ore 9 alle 18, saremo presenti ,oltre che sulla collinetta, anche all’interno della Fiera di Primavera, in Via IV Novembre, nel tratto tra la stazione FN e il passaggio a livello di via Rotondi, con gazebo informativo.

ANCORA UNA VOLTA IL MESSAGGIO E’ FORTE E CHIARO: LA RHO-MONZA A CIELO APERTO NON DEVE PASSARE.

 
I cittadini ricorrono al TAR PDF Stampa E-mail
Lunedì 24 Marzo 2014 00:00

Giovedì, 20 Marzo 2014, è stato notificato alle controparti, il ricorso al TAR promosso da 41 cittadini di Paderno Dugnano, 2 di Novate Milanese, il CCIRM e Legambiente Onlus, per la richiesta di annullamento, con sospensione dei lavori, dei decreti di VIA e di Localizzazione.

Nei prossimi giorni il ricorso verrà depositato e sarà pubblico.

Si è compiuto un altro passo nella lotta al mostro, un passo importante e impossibile da compiere senza l'aiuto di tutti.

Per questo vogliamo ringraziare coloro che ci hanno supportato operativamente e, ancor più importante, tutti coloro che ci stanno aiutando economicamente.

Al momento abbiamo interamente coperto le spese legali, ma continuiamo la raccolta fondi al fine di avere un fondo che tuteli completamente i ricorrenti in caso di spese di soccombenza.

Il dettaglio economico delle spese è disponibile a questo link

Restate collegati al nostro sito per avere informazioni sull'evolversi del ricorso.

 
Modalità per sostegno economico al CCIRM PDF Stampa E-mail
Mercoledì 05 Febbraio 2014 21:23

Da oggi è possibile sostenere economicamente il comitato attraverso 2 differenti modalità:

1) Donazione volontaria
2) Fondo ricorso

Donazione volontaria

Sono volontarie, le donazioni effettuate a sostegno di tutte le attività del comitato (manifestazioni, striscioni, spese varie ecc) tra cui, anche il ricorso al TAR. Allo scioglimento del comitato, tutte le somme rimaste inutilizzate, saranno devolute, a termini di legge e di statuto, ad altra associazione che sarà definita all'occorrenza.

La modalità di raccolta delle donazioni volontarie sono:

  1. 1) Cassette di raccolta presenti all'interno degli esercizi commerciali individuati dal comitato. L'elenco dei punti di raccolta è disponibile cliccando qui
  2. 2) Versamento a mano alle persone incaricate del comitato che rilasceranno regolare ricevuta. Gli incaricati del comitato non richiederanno finanziamenti porta a porta.
  3. 3) Versamento sul Conto Corrente del CCIRM con la causale “Donazione volontaria”
    Conto Corrente N° 70365874 intestato a CCIRM
    BANCO DI SARDEGNA – Agenzia 01600
    IBAN IT35U 01015 01600 000070365874

Fondo ricorso

Il fondo ricorso, è un fondo economico utilizzato esclusivamente per il ricorso al TAR, pensato per coloro che volessero contribuire, con somme anche importanti, ma vincolando la loro offerta esclusivamente all' avvio della causa legale.

Nel caso in cui il ricorso non dovesse essere intrapreso (ovvero non viene dato mandato all'avvocato), e solo in quel caso, le somme versate nel fondo ricorso, detratte le spese di gestione, verranno restituite al donatore con modalità da definire all'occorrenza.

Nel caso in cui l'incarico all'avvocato venga dato ma per giustificati motivi non si proceda al ricorso, il comitato provvederà alla restituzione del fondo, in quote proporzionali ai versamenti effettuati, al netto delle spese legali sostenute fino al quel momento e delle spese di gestione del conto.

Le modalità di raccolta per il “Fondo ricorso” sono esclusivamente tramite:

  1. 1) bonifico bancario sul Conto Corrente del CCIRM con la causale “Fondo ricorso” (*)
    Conto Corrente N° 70365874 intestato a CCIRM
    BANCO DI SARDEGNA – Agenzia 01600
    IBAN IT35U 01015 01600 000070365874.
    Nella descrizione, oltre alla causale “fondo ricorso”, vanno inseriti anche nome cognome e recapito telefonico per facilitare il contatto.
  2. 2) Versamento a mano alle persone incaricate del comitato che rilasceranno regolare ricevuta. Gli incaricati del comitato non richiederanno finanziamenti porta a porta.

Tutti i versamenti effettuati sul Conto corrente e non riconducibili al “fondo ricorso” verranno considerati come “Donazione volontaria” e gestiti come tali.

(*) Tutti i versamenti effettuati prima 05/02/2014, data di pubblicazione di questo regolamento, verranno gestiti come “Fondo Ricorso”

Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci alll'indirizzo info@padernesi.com

 


Pagina 1 di 4
Slideshow is powered by Noobslide