CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza CCIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza
PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto Il progetto della Provincia pr ...
PERCHÈ INTERRARLA:  La galleria fonica PERCHÈ INTERRARLA: La galleria fonica Il progetto della Provincia pr ...
PERCHÈ INTERRARLA: 14 corsie a cielo aperto
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione della nuova Rho-Monza in sopraelevata ed in affiancamento alla Milano-Meda.
PERCHÈ INTERRARLA: La galleria fonica
Il progetto della Provincia prevede la realizzazione di un galleria fonica di 250 metri.
I PROGETTI INTERRATI
I motivi per cui la tratta in affiancamento alla Milano-Meda deve essere interrata e come si può fare.
INIZIATIVE DEI CITTADINI
Visita la sezione Iniziative per restare informato sulle inziative spontanee dei cittadini a favore dell'interramento.
FACEBOOK
L'interramento è anche su Facebook, iscriviti al nostro gruppo e partecipa alle discussioni
I PROGETTI INTERRATI I PROGETTI INTERRATI I motivi per cui la tratta in ...
INIZIATIVE DEI CITTADINI INIZIATIVE DEI CITTADINI Visita la sezione Iniziative p ...
FACEBOOK FACEBOOK L'interramento è anche su Fac ...
Conferenza stampa e catene PDF Stampa E-mail
Sabato 27 Settembre 2014 20:28

Si è svolta oggi la conferenza stampa del CCIRM, il primo dei 3 appuntamenti in programma in questi giorni.

Ai giornalisti sono state spiegate le azioni intraprese negli ultimi mesi sia dal Comitato che da Serravalle che continua indisturbata a distruggere senza motivo il territorio di Paderno Dugnano.

La buona parcipazione alla conferenza ha fatto da supporto all'iniziativa di protesta intrapresa da alcuni cittadini che, dalla serata di ieri e per 24 ore, si sono incatenati in Piazza Matteotti in difesa del proprio territorio.

In serata il comitato ha diffuso un comunicato ai giornalisti per ricordare le inziative in programma e a cui invitiamo nuovamente tutti a partecipare!

 
COMUNICATO del 24 Settembre 2013 PDF Stampa E-mail
Mercoledì 24 Settembre 2014 16:01

In attesa del pronunciamento del TAR (7 ottobre) una serie di iniziative per l'interramento Rho- Monza

PADERNO DUGNANO, 24 settembre 2014 - Il prossimo 7 ottobre è fissata la seduta del TAR (Tribunale amministrativo regionale) che si pronuncerà sul ricorso promosso da alcuni cittadini, il CCIRM e Legambiente Onlus, il quale chiede la sospensione dei lavori - che purtroppo invece sono già incominciati, con il taglio di numerose piante - al fine di promuovere il progetto interrato dello snodo Rho-Monza/Milano-Meda sul territorio di Paderno Dugnano, anziché quello che prevede per un certo tratto quattordici corsie a cielo aperto.

Il CCIRM, che insieme con numerosi cittadini da diversi anni lotta in maniera pacifica per salvaguardare il diritto alla salute e ad una qualità della vita decente, intende tener desta l'attenzione dei cittadini, delle autorità e degli organi di informazione, in vista della suddetta seduta del TAR.

A tale scopo nei prossimi giorni promuove i suddetti eventi:

  • Sabato 27 settembre, conferenza stampa presso piazza Matteotti a Paderno Dugnano alle ore 11. Ai giornalisti verrà consegnata ampia documentazione dei passi fatti nelle ultime settimane, da parte del CCIRM, presso svariate istituzioni.
  • Mercoledì 1 ottobre, assemblea pubblica presso l'aula consiliare del Comune di Paderno Dugnano alle ore 21, per aggiornare i cittadini sullo stato del progetto, sul contenuto del ricorso e per invitarli a collaborare nel tener desta l'attenzione sulla questione;
  • Sabato 4 ottobre ore 14 - partenza dal parcheggio di via Achille Grandi 45, Paderno Dugnano, manifestazione cittadina per le vie di Paderno Dugnano alla quale sono invitati tutti i cittadini, sia singoli che nelle loro aggregazioni sociali, culturali e politiche.

Perchè anche i buoni possono cambiare!

SCARICA IL VOLANTINO
 
Tutto fermo, a parte la distruzione PDF Stampa E-mail
Venerdì 12 Settembre 2014 16:23

Serravalle, con la copertura, la connivenza e il silenzio di tutte le istituzioni, sta proseguendo, in questi giorni, nell’opera immonda di distruzione del nostro territorio.

Il 24 Luglio in una assemblea pubblica, alla presenza dei cittadini, ma anche di Governo, Regione e Amministrazione Comunale dichiarava la impossibilità di realizzare il suo progetto in tempo per Expo e annunciava un piano provvisorio dall’impatto, momentaneamente, ridotto sul nostro territorio.

Di questo piano non si sa più nulla e non ne parlano più. Assistiamo, invece, ad una improvvisa accelerazione del progetto esecutivo che anticipa semplicemente e drammaticamente solo la distruzione e la devastazione.

Ieri, in 15 minuti, sono stati tagliati tutti gli alberi della collinetta che avevano impiegato 15 anni per crescere. Nelle prossime ore toccherà a quelli rimasti nella zona.

Protervia, arroganza e ignoranza che nessuno ferma. Ed è difficile, molto difficile per i cittadini mantenere la calma e stare nel solco della legalità in cui si sono sempre mossi finora.

In troppi sono rimasti in questi anni e continuano ancora in questi giorni a rimanere alla finestra a guardare lo scempio. Tuttavia si prosegue.

Il 7 ottobre prossimo al T.A.R verrà discusso il nostro ricorso. Ci auguriamo che arrivi dai giudici, finalmente, un segnale confortante di giustizia.

 
Appello alle istituzioni PDF Stampa E-mail
Martedì 26 Agosto 2014 13:07

Un appello alla correttezza; è questo in buona sostanza il significato della lettera che il CCIRM, nella giornata di ieri,  ha inviato a tutte le istituzioni che, a diverso titolo, hanno potere decisionale sul progetto Rho-Monza.

Nella lettera, alla luce della confermata impossibilità di realizzare l'opera in tempo per Expo, si chiede espressamente di rivedere il progetto in modo da realizzarlo con la variante interrata, per la tratta di Paderno Dugnano, ad evento conlcuso.

Questa richiesta è motivata dal fatto che, venuta meno l'urgenza EXPO (il motivo principale per cui Regione Lombardia e Provincia, rifiutavano l'ipotesi interramento), non si capisce per quale motivo ai cittadini di Paderno Dgnano debba comunque essere negata una soluzione interrata che, uno studio di fattiblità realizzato dalla ditta Proiter, per conto di Provincia di Milano, ha definito migliorativa dell'impatto sul territorio e che il territorio stesso è disposto ad accettare.

Dal momento che la richiesta fatta dal comitato è in linea con quanto dichiarato dall'amministrazione comunale di Paderno, una copia della lettera è stata inviata anche all'amministrazione stessa allo scopo di rafforzare l'obiettivo comune in questa fase decisiva.

Scarica qui la lettera

 


Pagina 1 di 4
Slideshow is powered by Noobslide